logo pro loco pietraroja

Calendario:

novembre: 2017
L M M G V S D
     
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Il Comune

La partenza da “Pietraroja”, a gruppi di 5 o 6 mandrie di 200-300 pecore guidate dai pastori, avveniva tra l’ultima settimana di Ottobre e S. martino (11 Novembre) e l’arrivo in Puglia avveniva dopo circa 12 giorni, percorrendo un “tratturo” largo circa 60 passi.

Si aveva cura di far coincidere la partenza con la luna piena, per una migliore visibilità durante le ore notturne, anche se di notte le pecore, pur con la luna, si spostavano con grande difficoltà, al contrario di bovini e cavalli. per cui di notte era necessario accamparsi sul “tratturo”, facendo stare le pecore in recinti di rete.

Tutti i pastori dovevano osservare una regola ferrea durante il percorso sul “tratturo”: il “divieto di sorpasso”. Una mandria non poteva superarne un’altra, forse per evitare commistioni di animali di più mandrie o, cosa ancora più probabile, per evitare la corsa a chi arrivava prima in Puglia per conquistare i pascoli migliori, sfiancando gli animali, peraltro già gravidi.

La transumanza dei bovini è stata praticata fino alla fine degli anni ’70.

Il ritorno a “Pietraroja” avveniva dopo circa 7 mesi, entro il 13 Giugno (S. Antonio).

Essendo Patrono di “Pietraroja” S. Nicola, la festa patronale non si poteva celebrare il 6 Dicembre (giorno di S. Nicola previsto dal calendario), quando i numerosi pastori stavano in Puglia, per cui fu spostata alla domenica precedente il 24 Giugno.

Pagine: 1 2 3 4